Home | In evidenza | I vertici di Trenitalia a #Lourdes

I vertici di Trenitalia a #Lourdes

Dopo la recente presentazione presso la stazione di Roma Ostiense del primo convoglio completamente rinnovato da Trenitalia per il trasporto dei pellegrini a Lourdes, Paolo Attanasio, Direttore Divisione Passeggeri Long Haul, ha partecipato nei giorni 25 e 26 settembre, al Pellegrinaggio Nazionale di Unitalsi nella cittadina francese. Accompagnato dal suo team nel corso di un incontro con il Presidente Nazionale, Antonio Diella, e con i responsabili regionali di Unitalsi, Attanasio ha illustrato i programmi di Trenitalia mirati a migliorare la qualità dei viaggi in treno dedicati ai pellegrinaggi. Nel corso dell’incontro, la Direzione di Unitalsi ha mostrato grande apprezzamento riguardo il consistente intervento di restyling realizzato sulle vetture, ribadendo il forte impegno di Trenitalia per il miglioramento complessivo della qualità del viaggio, con interventi mirati sui tempi e sugli orari di circolazione.

Attanasio ha così riconfermato l’attenzione della società di trasporto del Gruppo FS Italiane verso le esigenze di un servizio dalla forte connotazione sociale e umanitaria. E’ in questa ottica, infatti, che va considerato l’impegno di Trenitalia, unica impresa ferroviaria nel panorama europeo ad aver mantenuto operativa una flotta dedicata ai viaggi per pellegrinaggi con vetture specializzate per spostamenti notturni, il trasporto di passeggeri allettati, di bagagli e per la preparazione di pasti, nonché la presenza costante di personale tecnico Trenitalia altamente specializzato allo scopo di garantire la piena efficienza delle apparecchiature di bordo durante l’intero percorso. Il Presidente di Unitalsi, Antonio Diella, ha confermato il forte legame fra Trenitalia e l’Associazione da lui presieduta, che ha sempre considerato centrale il ruolo del treno nella propria missione: trasportare gli ammalati nei Santuari della fede cattolica.

La partecipazione dei dirigenti di Trenitalia al pellegrinaggio nazionale è raccontata nel servizio qui sotto girato a Lourdes.

Fonte articolo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.