Home | Stampa | Monregalesi a #Lourdes con l’OFTAL

Monregalesi a #Lourdes con l’OFTAL

Monregalesi a Lourdes, dopo i lunghi mesi di lockdown

Primo pellegrinaggio dalla diocesi in collaborazione con l’Oftat Bra-Lombriasco

In collaborazione con l’Oftal Bra-Lombriasco, è in corso un primo pellegrinaggio a Lourdes, a cui prende parte un gruppo di monregalesi. Sono arrivati alla Grotta di Massabielle il 2 agosto e torneranno il 6 agosto.

«Sì, eccoci, ci conosci, noi che venivamo da tanto tempo, eccoci Maria siamo tornati a Lourdes per riprendere il cammino interrotto a causa del virus, ma il desiderio di Te in noi non si è mai spento, mai interrotto – scrivono con un po’ di commozione da Lourdes –, eccoci quindi, non siamo in molti, ma quanto basta per rappresentare tutta la nostra diocesi, ci sono i sacerdoti, i giovani, meno giovani, anziani e persone sofferenti se non nel corpo, nell’anima. Siamo tornati perchè Tu possa posare il tuo sguardo su di noi e noi su di Te, perché siamo sicuri che tutti abbiamo qualcosa da chiedere e qualcosa per cui ringraziare. Eccoci, siamo tornati perché ci mancavi, siamo tornati per rispondere al tuo invito fatto a Bernadette “Andate a dire ai preti che si venga qui in processione”.

Quante volte Bernadette ha ripetuto: “Io non ho il dovere di farvi credere, ma di dirvelo”. Ora tocca a noi portare avanti questo invito, andare a dire cosa si vede qui, cosa si prova qui, perché come noi molti tornino in questo luogo dove il cielo ha toccato la terra».

Dall’Ufficio Pellegrinaggi della diocesi viene confermata poi la possibilità di un secondo pellegrinaggio sempre a Lourdes, aderendo all’iniziativa dell’Opera Pellegrinaggi di Torino: la data definita è dal 24 al 27 settembre.

Per info e prenotazioni, in diocesi di Mondovì, si possono utilizzare i numeri telefonici 0174/330420 (Ufficio diocesano Pellegrinaggi – Daniela Siccardi) oppure tel. 339 4068320 (Mariangela Turco).

Per il pellegrinaggio e per la sosta a Lourdes sono previste le rigorose norme anti-contagio.

Avviso: Le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google e sono necessarie a poter mantenere gratuite queste pagine. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori.



Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.